Come una Pulizia del Viso può condizionare le tue Clienti a decidere di non proseguire con i Trattamenti in Cabina e 3 Consigli per migliorarla

Nel lontano 2002 durante la scuola di estetica fu l’anno che mi insegnarono i passaggi per svolgere una pulizia del viso in cabina.

La mia insegnante di pratica si chiamava Signora Anna molto perfezionista e soprattutto scrupolosa nell’insegnare e trasmettere tutto il suo sapere.

Ci insegnò il massaggio detersione, come applicare il tonico, il massaggio viso base e soprattutto come eliminare i comedoni sia manualmente che con lo schiaccia comedoni.

Ancora mi ricordo il terrore quando mi dovevo sottoporre come modella, era veramente uno strazio ed è così anche per le tue clienti.

Le clienti ancora oggi sono terrorizzate, spaventate e prendono appuntamento per fare la pulizia del viso perchè devono e non per piacere.

Purtroppo ancora oggi nel 2023 si effettuano trattamenti di pulizia del viso che fanno uscire le lacrime alle clienti durante la seduta ma soprattutto escono super rosse e gonfie causato dal momento dell’eliminazione dei comedoni.

Se svolgi ancora la pulizia del viso vecchio stile cioè:

  • Struccare occhi
  • Detergente
  • Tonico
  • Peeling
  • Tonico
  • Vapore
  • Strizzatura comedoni manuale
  • Massaggio con crema specifica
  • Maschera

Mia cara collega scusa se mi permetto ma il mondo dell’estetica è andata avanti per fortuna ed è arrivato anche per te il momento di far diventare il trattamento di pulizia del viso un Frontend che non fa scappare le clienti ma che ti fa garantire un risultato non solo sulla pulizia dei pori ma anche:

  • sul tono dei tessuti
  • Pelle rosea e sana
  • Tessuti ossigenati
  • Tessuti rimpolpati
  • Estremo relax

Il trattamento di pulizia del viso è il primo trattamento che qualsiasi cliente deve fare se vuole poi proseguire con i trattamenti, giusto?

Tu dopo esser stata torturata, ti guardi allo specchio ed hai un viso rosso, infiammato e gonfio accetteresti un programma di trattamenti?

Io ci penso, tu?

Uguale è per le tue clienti.

Ti voglio dare subito 3 consigli utili:

  1. NON chiamarla pulizia viso e non scrivere sul listino pulizia del viso ma dagli un nome bello con tanto di descrizione emozionale.

  2. NO alla strizzatura. Hai letto bene la regola che devi cambiare al tuo trattamento di preparazione viso è che non c’è la strizzatura solo in casi estremi, ti assicuro che puoi pulire i pori con metodiche che ti garantiranno un ottimo risultato e che soprattutto rispettino la fuoriuscita naturale del comedone.

  3. Crea delle coccole emozionali duranti il trattamento, la clienti deve arrivare al desk che non vede l’ora di riprendere un altro appuntamento.

Se vuoi iniziare ad avere un tuo metodo di lavoro inizia a lavorare sul primo trattamento che deve essere la colonna portante della scaletta dei tuoi trattamenti e percorsi successivi al primo.

Fammi sapere nei commenti come svolgi la tua pulizia del viso e se hai iniziato a mettere in atto i miei primi 3 consigli.

La tua Coach dell’estetica applicata
Emanuela Manzo

Vuoi Creare anche tu il tuo Metodo e Diventare un'Estetista Indipendente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Formestetica Community

Entra nella Community di Estetica Applicata di Emanuela Manzo, troverai:

Crea il tuo Metodo

Il Percorso Personalizzato e Privato che ti permetterà di Diventare un'Estetista Indipendente

Formestetica Cosmetic

Scopri i prodotti Formestetica Cosmetics, creati per: